>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-135

RSS 2.0
menu-1
Saud, ecco il Trono di Scimitarre: per la guerra totale all’Iran
Roberto Dal Bosco
Nella penisola arabica sta avvenedo uno shock sistemico la cui enormità internazionale è ben difficile da prevedere. La purga o golpe in atto nel regno di Saud nasconde un sommovimento molto più ampio, trame che anticipano una guerra spaventosa contro la Persia per garantire una pace definitiva israelo-araba. Il missile caduto in terra saudita qualche ora fa non sarebbe che un primo, arruffato, innesco false flag per la miccia del conflitto con il mondo sciita.
Washington provoca duramente la Russia alla guerra aperta
La Redazione
Un generale russo di alto rango è stato ucciso in Siria come ritorsione alle denunce che documentavano il supporto USA ai terroristi. L’incidente, per ovvie ragioni, verrà interpretato come un’’atto guerra domandando inevitabilmente una reazione di Mosca, che al momento prende tempo. E la risposta non deve necessariamente avvenire in Siria.
Israele alle strette in Siria. Così è ancora più pericolosa
Lorenzo de Vita
Il Cremlino non può mollare la presa, ed incoraggerà l’Iran a partecipare sempre più nelle sorti siriane contraddicendo così, e pienamente, il sentimento di Israele. Israele è dunque per questo motivo tutta intenta ad agitare la spada della guerra dopo le sconfitte registrate negli incontri di Washington e Sochi, minacciando un’azione militare in Siria contro gli interessi iraniani e russi.
Le vittime del mese di Av
Lorenzo de Vita
Ogni luglio qualche alto esponente del Governo israeliano si produce in dichiarazioni che lasciano ben poco all’immaginazione islamica: il terzo tempio va ricostruito al posto della moschea di Al-Aqsa che va distrutta, per sommo diritto giudaico di precedenza. Inevitabili gli ennesimi scontri sulla spianata delle Moschee di queste ore.
Chi è il vero nemico?
La Redazione
Dopo anni di tentativi più o meno concreti, la caccia all’Iran da parte di Washington è più viva che mai. Recenti rapporti suggeriscono di influenti pressioni sui Generali del Governo di Trump per aumentare il coinvolgimento statunitense in Siria al fine di riuscire a condurre una guerra diretta contro Teheran non più tardi della fine dell’anno, vista come un’“opportunità” che determinerà se sarà l’Iran o l’America ad esercitare la loro influenza sull’Iraq e sulla Siria
Gerusalemme, Cipro, Italia... e Terza Guerra Mondiale
La Redazione
L’Italia, oggi dipendente dal gas russo, presto lo sarà da quello israeliano, che sta già predisponendo il suo apparato militare per affrontare le minacce turche all’accordo della pipeline sottomarina di 2.000 km utile a connettere i giacimenti a largo di Gaza e Cipro. Se vorremo godere del ladrocinio del gas naturale palestinese, dovremo affrontare le conseguenze di diventare una provincia israeliana.
«Senza Putin, la Siria non esisterebbe più» (parte II)
Fr. Daniel Maes
“Nel 2012 parlai con Herman van Rompuy, quando era presidente del Consiglio europeo. Ebbi l’impressione che conoscesse a malapena dove fosse la Siria (...) Trump aveva alimentato le speranze di molti, ma è finito sotto diretto attacco dello Stato Profondo, i veri governanti del suo Paese (...) Hezbollah è uno dei più grandi movimenti di resistenza tutt’oggi esistente. Soono insorti quando i sionisti sono arrivati a cacciarli e ad uccidere le loro famiglie. E così aiutano coloro che sono soppressi allo stesso modo”.
La NATO entra nel conflitto siriano
La Redazione
La decisione del vertice NATO di aderire alla “lotta” arriva nel preciso momento in cui la coalizione composta da USA-UK-FR, in appoggio alle forze ribelli di base in Giordania, si sta preparando per operazioni sul suolo siriano. La ripresa dei rapporti dell’Occidente con la Russia è la sola speranza per la nostra sopravvivenza.
Palestinesi alla gogna? Trump li tampina affinché ubbidiscano
Philip Giraldi
Stiamo certi che non è passato inosservato, agli osservatori americani in Israele, come Trump sia stato particolarmente amichevole con i leader arabi in queste settimane. A Washington c’è molta agitazione e sono state lanciate alcune contromosse. Anche per tale motivo è difficile che Trump, a fine maggio, possa fare qualcosa di significativo oltre a lanciare i soliti segnali di quanto sia innamorato di Israele.
Israele e Milizie Islamiche: una ricorrente alleanza (2)
La Redazione
Per coloro che sono maggiormente orientati verso una teoria della cospirazione, gli eclatanti dati “rivelerebbero” il ruolo diabolico di Israele nella creazione e nella direzione dello Stato Islamico. Lo scopo finale, previsto da almeno 20 anni, sarebbe la distruzione delle entità comprendenti la cosiddetta “Shia Crescent”, di cui la Siria funge da importante cinghia di trasmissione tra il Governo dell’Iran ed Hezbollah in Libano.

Altre notizie in questa sezione :
Siria: è iniziata la corsa contro il tempo
Martina Smerčan
I timori della Russia sull’invasione militare turca si stanno dimostrando più che fondati, e...
I nemici della Siria cercano l’escalation mondiale
Martina Smerčan
Le notizie in Siria sono così buone che è il caso di preoccuparsi: conosciamo i mandanti della...
Nuovi e più potenti armamenti per Israele
Luciano Garofoli
Queste ipotesi di fornitura di bombe intelligenti, che circolano negli ambienti di Washington,...
Cosa sta accadendo sulle alture del Golan?
Luciano Garofoli
I gasdotti e gli oleodotti Nabucco e Southstream si rivelano, alla luce delle perforazioni...
La crisi mediorientale si complica e si allarga
Luciano Garofoli
Lo sforzo bellico posto in campo da Putin si sta dilatando sempre di più: un dispiegamento...
Russia contro Turchia. Il terzo gode
Roberto Dal Bosco
La Turchia era non solo il colpevole più papabile, ma pure quello con un track record di scontro...
Russia e Cina come obiettivi dell’ISIS
Benedetto Falchi
Ceceni e cinesi dello Xinjiang, spinti dalla propaganda di Soros, vengono piazzati da Turchia e...
Le mille bombe di Ankara
Roberto Dal Bosco
La bomba come avvertimento americano per tramite IS? Sappiamo cosa significhi, in genere, uno...
Yankee e Sauditi, legame profondo
Benedetto Falchi
«Khomeini torna, tutto è perdonato»
Roberto Dal Bosco
Decenni di articoli e propaganda ordita contro Teheran e la fallita rivoluzione del 2009 sono...
Ultime notizie in questa sezione :
Israele e Milizie Islamiche: una ricorrente alleanza (2)
La Redazione
Per coloro che sono maggiormente orientati verso una teoria della cospirazione, gli eclatanti dati...
Israele e Milizie Islamiche: una strana e ricorrente alleanza (1)
La Redazione
La situazione preferita da Israele è quella di fomentare nel mondo una guerra prolungata di...
Friedman-Israele: un connubio realmente terrificante
La Redazione
La nomina del nuovo Ambasciatore USA in Israele scredita la presunta durezza...
Siria: pericolosa frattura tra gli interessi Americani, Turchi e Russi
La Redazione
La situazione è ad altissima tensione: gli USA potrebbero aver inviato truppe di terra quale...
Le ragioni di Putin e il futuro della Siria
Martina Smerčan
Il cessate il fuoco, iniziato lo scorso 27 febbraio, regge meglio di quanto sperato e riguarda il...

Articoli piu' letti del mese nella sezione Medioriente

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità